Couloir dei Giapponesi: rara ripetizione di uno dei gioielli delle Grande Jorasses

Nel massiccio del Monte Bianco gli spagnoli Roger Cararach Soler, Marc Toralles e Bru Busom hanno salito il Couloir dei Giapponesi, il cosiddetto ‘Couloir central’ che solca la parete nord delle Grandes Jorasses. I tre hanno ripetuto la via in 24 ore, senza bivacchi, e ad inizio stagione.

Arriva dalle Grandes Jorrases la notizia che una delle vie più temute in tutto il massiccio del Monte Bianco è stata ripetuta dagli spagnoli Roger Cararach Soler, Marc Toralles e Bru Busom. Si tratta dei 1100 metri del ‘Couloir central’, detto anche ‘Couloir Japonais’ posto tra Pointe Walker e Pointe Whymper, aperta dai giapponesi Yasuo Kanda, Yasuo Kato, Hideo Miyazaki, Toku Nakano e Kazuhide Seito dal 19 – 29 marzo del 1972 con difficoltà stimate attorno a VI 6, 6a, A1/A2.

Click Here: cheap nhl jerseys

Le difficoltà del Couloir Japonais dipendono moltissimo dalle condizioni della parete per questo viene salito di rado, soprattutto in autunno quando manca il ghiaccio consistente dopo il caldo estivo. Roger Cararach Soler, Marc Toralles e Bru Busom hanno infatti ripetuto la via sabato 29 settembre trovando condizioni così asciutte che hanno salito la via senza bivaccare.

Ripetuta ufficialmente per la prima volta nel 2008 dai francesi Julien Désécures e Arnaud Guillaume, nel 2014 gli inglesi Jon Griffith e Adam George l’avevano ripetuto in giornata dopo aver bivaccato alla base della parete. In quell’occasione Griffith ha descritto il Couloir come “uno sfregio stretto e scuro che spacca perfettamente una delle pareti più famose al mondo. È una linea raramente visitata su questa austera parete, minacciata in cima da un’enorme cornice strapiombante che ogni tanto crolla, spazzando via tutto quello che c’è sotto.”

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *